Stage: Dalla maschera al Clown, 6-8 Marzo 2009

Il clown favorisce l’esplosione di se nella fantasia, tutto quello che non abbiamo osato fare, osato dire, osato credere, l’osare adesso e per davvero nell’istante presente del “qui e ora”. dal quale sorge l’emozione, passando dal riso al pianto, dalla tenerezza alla ferocità. Il clown è la dinamica di uno stato che l’attore costruisce nell’estremo PRESENTE dal quale sorge l’emozione, passando dal riso al pianto, dalla tenerezza alla ferocità. Il clown è uno stato, tra i tanti possibili, più che un personaggio dove nulla è impossibile! Uno stato che l’attore costruisce , partendo dalla sua verità profonda, con le sue qualità e i suoi difetti fisici e psicologici, con le sue attitudini, le sue posture corporee e mentali, la sua maniera di pensare, di parlare, di muoversi…i suoi smarrimenti…i suoi innamoramenti.
L’attore imparerà ad utilizzare questa materia prendendone allo stesso tempo le distanze, per metterla in forma, in gioco, in rapporto al suo vissuto, al suo immaginario, al pubblico, e trasporlo in forza teatrale viva che ci fa ridere e ci emoziona.
L’avvicinamento al clown si svolgerà in due tappe: la prima sarà dedicata a preparare il corpo ad una condizione fisica più atletica in modo di soddisfare in seguito il proprio clown…, le sue voglie…desideri…timori…slanci…impedimenti!
La seconda tappa di lavoro sarà principalmente diretta ad una ricerca progressiva del gioco, della vestizione del clown, e infine all’improvvisazione in solo, in duo e in trio. Si lavorerà principalmente sull’entrata dei clowns (l’entrée des clowns); l’improvvisazione a tema; l’improvvisazione libera.

Periodo: venerdì 6, sabato 7, domenica 8 marzo 2009 per un totale di ore….

Conduce : Valter Barontini, docente interno corsi teatro Fuoricentro.
Termine di iscrizione: mercoledì 4 marzo 2009
Quota di iscrizione: euro 50
Orario: Venerdì 6 dalle 19 alle 22; sabato 7 dalle ore 15.30 alle 19, dom. dalle 15.30 alle 19.30

Lascia un commento